Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
mareriflesso

Specchio riflesso di una anima inquieta composto da poesie e parole in libertà.

Effetto pioggia

Pubblicato su 8 Giugno 2008 da mareriflesso in Romanzo effimero

 

Uscendo dalla caffetteria si accorsero che aveva cominciato a piovere. Quella pazza stagione, rispecchiava in pieno i vecchi detti popolari e, donava instabilità all'umore per i suoi repentini cambiamenti. Nessuno dei tre aveva con sé un ombrello e, per tale motivo, decisero di correre fino alla macchina. Il cielo si era oscurato e non sembrava più quello che avevano visto ore prima entrando nel locale. La corsa verso il parcheggio fu difficoltosa. Selvaggia indossava i tacchi, Malaisia una gonna stretta che le impediva bruschi cambi di direzione. Le strade del centro erano colme di barriere architettoniche create artificialmente dallo scarso senso civico dell'uomo. La pavimentazione sconnessa e scivolosa fatta di sanpietrini, le pozze nate dalla depressione naturale del terreno e soprattutto le auto parcheggiate ovunque in un perfetto caos organizzato impedivano un agile passaggio. Arrivati finalmente all'auto, Oceano, premendo il telecomando della apertura centralizzata, fece illuminare come lampi sotto la pioggia gli indicatori di direzione posti sugli specchietti. I tre erano più divertiti che arrabbiati dall'imprevisto. Scherzavano e, con sottili allusioni, ricordavano i loro precedenti incontri furtivi. Oceano notò come gli abiti bagnati si modellassero sui seni di Selvaggia rendendo ancora più accattivante e lussurioso il suo sguardo. Dopo una breve pausa, si misero a discutere sul posto dove poter proseguire la serata. Oceano nell'attesa reclinò il seggiolino così da poter sfruttare al meglio le dotazioni della sua auto e vedere, dal tetto apribile in parte trasparente, la pioggia battere copiosa e miscelare il suo sottile suono a quello corposo della voce di Selvaggia. Era troppo presto per rientrare e troppo rischioso addentrarsi in affollati locali cittadini pieni di occhi curiosi; così Malaisia finì con il proporre di dirigersi verso la costa dove Oceano aveva il suo rifugio naturale, celato da pini marittimi cresciuti a protezione dei suoi pensieri.

Commenta il post

- Janara 11/22/2012 11:25

E la curiosità è donna...
seguirò questo racconto :) mi piace leggerti, mi piace come scrivi...
Attendo :)
 
 

Tragediante 11/22/2012 11:25

Vorrei tanto conoscere le
vicissitudini di questi tre amici:
mi hai catturato con questo
input. :)
 
Una sorpresa per te.
 
 
Un bacio e buona domenica*

angi 11/22/2012 11:25

a quanto pare non sono l\'unica ad aspettare il proseguio di questo intrigante racconto......tutto cio\' che scrivi attrae, cattura l\'attenzione e la curiosita\'....complimenti!!!
 
buona serata
angi

lucrezia 11/22/2012 11:25

Aspetterò con curiosità il seguito di questo interessante racconto..
Un saluto per te e l\'augurio di un bellissimo week end...
kiss...lucrezia...

POISON 11/22/2012 11:25

Semplicemente GRAZIE x il tuo pensiero
che accetto come gesto di gentilezza e simpatia.
Premio io te con un abbraccio amichevole.
Ciao e felice settimana.